Appartamenti per le tue vacanze a Marina di Mancaversa nel Salento
Menu

Un pò di storia

Marina di Mancaversa

Marina di Mancaversa, molto vicina a Gallipoli, è la marina della città di Taviano (Lecce). Si tratta di una delle località marittime più belle dell’intero Salento e questo non è riconosciuto solo dagli abitanti del posto ma anche dai molti turisti che ogni anno la omaggiano recandosi in villeggiatura in questo fantastico posto.

Marina di Mancaversa si trova sul versante ionico del Salento e, in particolare, a metà strada tra il centro di Taviano, da cui dista 5 km, e quello di Gallipoli, distante, invece, soli 6 km; a circa 30 km da S.M. di Leuca la punta più estrema del tacco dove il mar Jonio fa posto all’ Adriatico e a 40 km da Otranto bellissima città sia dal punto storico-culturale sia come spiaggie e mare. Si trova in quel pezzo di costa tra Torre Suda e Punta Pizzo, due dei più bei posti della penisola.
La costa è lunga quasi due km ed è a prevalenza rocciosa. Tuttavia, si tratta di scogliera molto bassa che frequentemente è intervallata da piccole spiaggette di sabbia ricoperte di piante selvatiche. Le spiagge di rocce sono costituite da scogli bassi .

Marina di Mancaversa è un vero e proprio paradiso per tutti coloro che amano fare le immersioni, poiché sui fondali ancora incontaminati si trovano ricci , molluschi e pesci tutti da osservare con maschera e attrezzatura idonea. Inoltre, per tutti gli amanti della spiaggia sabbiosa, marina di Mancaversa offre anche un piccolo ma delizioso lido chiamato anche “il Mare dei Cavalli”.

Su questo piccolo paradiso di circa 300 metri ci sono molte leggende, come quella che vede gli antichi abitanti della zona portare i propri cavalli proprio in quel tratto di costa per lavarli: da qui deriverebbe il nome di Mare dei Cavalli. Mancaversa significa letteralmente versante mancino, ma probabilmente il nome deriva dalla parola salentina bacca, che significa barca: Baccaversa, quindi, potrebbe anche significare barca capovolta, rivoltata.

In ogni caso, qualsiasi cosa significhi il suo nome, è sicuro che questa parte di costa iniziò fortemente a svilupparsi soprattutto in seguito alla seconda Guerra Mondiale, quando divenne il luogo di villeggiatura delle famiglie più ricche del comune di Taviano.

Fino a qualche tempo fa, nel paesino era possibile ammirare delle chiese tardottocentesche che, però, sono state distrutte. Con il passare dei decenni, Marina di Mancaversa s’è sviluppata in maniera notevole, tanto che oggi è uno dei tratti di costa più attrezzati dove poter passare le proprie vacanze in completo relax e con tutti i comfort desiderati. Durante il periodo estivo questa piccola marina si popola di gente e turisti ai quali offre non solo bel mare e cucina tipica, ma anche tante serate e sagre paesane che sono difficili da dimenticare.

Le spiagge del Salento, inclusa Mancaversa, ti aspettano per regalarti un indimenticabile soggiorno.

 

Salento

Il Salento è una regione peninsulare della Puglia sud-orientale sospesa nel Mediterraneo e protesa verso l’Oriente.

Il Salento geografico corrisponde alla vecchia Terra d’Otranto e perciò comprende tutta la Provincia di Lecce, quasi tutta quella di Brindisi e parte di quella di Taranto, secondo l’asse che congiunge Ostuni a Taranto. Si estende quindi dalla cosìddetta “soglia messapica” a Nord fino al capo Santa Maria di Leuca a Sud, tra il Golfo di Taranto (mar Jonio) a Ovest e il canale d’Otranto (mare Adriatico) ad Est.

Alle spalle la distesa del Tavoliere di Puglia, negli occhi ancora gli ultimi trulli che da Alberobello si diradano nelle campagne. Davanti il Salento, lingua di terra tra Jonio e Adriatico, appena mossa dalle Serre sassose (le Murge salentine).

A separarla dall’Oriente solo un braccio di mare. Poco più giù i vecchi parlano ancora il greco antico (griko o grecanico). Lungo il percorso a scendere fino a S. Maria di Leuca un fitto susseguirsi di distese di sassi calcarei al rosso cupo della terra dei campi, al bianco delle case, abbaglianti di calce nel sole.

Sul litorale, l’alternarsi continuo di arenili morbidi e bassi a una costa rocciosa sul mare limpidissimo, alta e ripida sul versante adriatico, bassa e morbida su quello jonico.

A dispetto della povertà d’acqua, ampie pinete e macchia mediterranea, ulivi giganti e carrubi vetusti.

A rompere la geometria di vigne e uliveti, torri normanne, castelli, masserie fortificate, dolmen, specchie, menhir, che ancora raccontano la storia antica di una terra senza frontiere, da sempre facile approdo di popoli in cerca di patria.

Chi scopre il Salento lo apprezza per l’atmosfera magica, le numerose meraviglie da scoprire, il sole caldo, il cielo blu, il mare cristallino, la costa da sogno dai mille disegni, larte barocca.